Casting: scelta degli interpreti per una produzione teatrale, cinematografica, televisiva.

Scuola (o corso) di teatro: corso in cui vengono insegnate tecniche teatrali, solitamente derivanti da teorie di grandi Maestri del passato, o da sperimentazioni.

Regista: direttore dell'esecuzione teatrale.

Detto così sembra tutto semplice, ma cosa si fa in una scuola di teatro? Cosa c'è dietro ad un casting? Quali sono i compiti del regista? Quali sono le leggi effimere che governano la messa in scena?

Per provare a rispondere a queste domande occorre innanzitutto considerare che tutti coloro che agiscono in una produzione, in una scuola, in uno spettacolo sono uomini, persone. Questo è il punto di partenza. Il mondo del teatro è fatto di persone. Persone capaci, o meno, persone sveglie o meno, persone umili o primedonne.

Il buon esito di spettacoli, produzioni, saggi, rappresentazioni dipende dal lavoro svolto da queste persone e dalla loro capacità, non da strane alchimie metafisiche. Non dipende dall'abbigliamento viola di uno spettatore qualsiasi, dall'avere pronunciato formule magiche prima di ogni replica, dalla sfortuna che si accanisce perché si passa sotto ad una scala durante le prove. Queste superstizioni sono solo scuse, giustificazioni per non ammettere la carenza di lavoro.

Dentro è il racconto di una produzione teatrale, dalle selezioni alla messa in scena, è il racconto di vicende umane. Come la vita.

Regia: Lorenzo Trombini

Con: Annamaria Di Monte, Francesca Beretta, Francesca Facchinetti, Giampiero Marinò, Silvia Veraldi, Chiara Laidelli, Dario Frerini Ghiroldi, Davide Monchieri, Maria Paula Rondon, Rossella Laidelli, Diana Blanaru, Fabio Guidotti, Filippo Michieli, Martina Giurini, Romario Katreli

Scarica il copione in formato pdf

Torna all'elenco