Una specie di Alaska

di Harold Pinter

Vai al sito dell'Accademia  Vai sal sito Teatro delle Ali

Accademia Arte e Vita, Teatro delle Ali

Accademia Arte e Vita – Progetto Salvini

regia Lorenzo Trombini

aiuto regia Roberta Alena Gazzoli

con Annamaria Di Monte, Fabio Guidotti, Francesca Gadini

Nell'inverno tra il 1916 e il 1917 si diffuse, in Europa e successivamente in tutto il mondo, un'epidemia atipica che si presentava sotto diversi aspetti: delirio, forme ossessive, stati ipnotici, coma, sonno, irrequietezza e vari stadi di Parkinson. Fu individuata dal medico Constantin Von Economo e da lui battezzata "encephalitis lethargica", o "malattia del sonno". Nei dieci anni che seguirono quasi cinque milioni di persone furono contagiate dalla malattia, e di queste un terzo morì. Dei sopravvissuti alcuni ne uscirono indenni, ma la maggior parte si aggravò sempre più, e i più gravi sprofondarono in un inconsueto stato di sonno: consapevoli di ciò che succedeva intorno a loro ma incapaci di muoversi e parlare, privi di speranza o volontà, confinati in manicomi o in istituti specializzati.

Da questa triste, reale vicenda, raccontata dallo scrittore e neurologo Oliver Sacks sono state tratte due importanti opere: il film "Risvegli", con Robert De Niro e Robin Williams e, appunto, "Una specie di Alaska", di Harold Pinter.

Lo spettacolo traspone fedelmente il testo tradotto da Alessandra Serra. Deborah, l’ammalata, talvolta è nel mondo reale, talvolta nell’aldilà. Interagisce con sua sorella e con il suo medico, ma non è dato sapere se la sua è un’interazione reale o semplicemente se gli altri personaggi sono una proiezione della sua mente malata.

Vuoi Una specie di Alaska nel tuo teatro? Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Registrati e accedi ai contenuti riservati agli utenti registrati. ATTENZIONE: questa non è la procedura per associarsi.

Con questa registrazione accede a contenuti riservati agli utenti registrati, ma non si diventa soci di Teatro Studio.

Questo sito utilizza cookie analytics di terze parti al fine di raccogliere informazioni aggregate sul numero degli utenti e su come visitano questo sito. La policy è disponibile sul bottone "cookies" Selezionando il pulsante "Accept" si acconsente all'uso dei cookies.