Progettare un teatro

I proiettori PC

Il proiettore PC, o meglio spotlight, è il faro largamente più utilizzato in teatro. Consente due - ai sui limiti di utilizzo - diversi tipi di fasci luminosi, che si ottengono attraverso la movimentazione di un carrello sul quale sono montati la lampada e il corpo concavo riflettente. Nessun teatro può fare a meno di una cospicua dotazione di questi fari, perché offrono ampia copertura della scena in molti modi:

  • come luci frontali, montate sull'americana esterna oppure sull'americana di proscenio;
  • come controluce, montati sulle americane di palcoscenico oppure come fari speciali (docce o cappelli, tagli ecc.).

Vi sono, tra questi tipi di fari, diverse dimensioni, dettate principalmente dalla potenza della lampada (in caso di lampade alogene si va da una potenza di 300 W ad una potenza di 5.000 W). Ad esempio, un faro Spotlight 12 Combi può montare lampade che vanno da 1.000 W ai 1.200 W. La potenza dei fari da installare va scelta in base alla grandezza del teatro e alla distanza a cui andranno installati i fari. I fari più utilizzati sono da 1.000 W, ma non è inconsueto trovare nei teatri di medie dimensioni Spotlight da 500 W e da 2.000 W.

Spotlight

Questo faro può montare lente piano convessa (da qui il nome PC), dall'illuminazione più netta, oppure lente Fresnel, dall'illuminazione più morbida. È fornito solitamente "nudo", ma occorre prevedere una serie di accessori:

  • gancio - necessario;
  • morsetto - necessario;
  • fune di sicurezza - altamente consigliata;
  • paraluce a 4 alette - altamente consigliato;
  • telaio porta gelatina (per inserire le gelatine colorate) - consigliato.

Sono disponibili molti altri accessori, ma per una valutazione si rimanda al sito della casa di produzione Spotlight.

Torna a Fari teatrali

Torna a Progettare un teatro

 

Registrati e accedi ai contenuti riservati agli utenti registrati. ATTENZIONE: questa non è la procedura per associarsi.

Con questa registrazione accede a contenuti riservati agli utenti registrati, ma non si diventa soci di Teatro Studio.